SIT 2016: QUALITÀ DEL PRODOTTO FINITO, EFFICIENZA OPERATIVA E RIDUZIONE DEI COSTI

15/04/2016
MacPlas online

Wide header per press review

Soluzioni per ottimizzare i processi ed essere più competitivi.

Si è svolto tra il 12 e il 14 aprile, presso il quartier generale di Piovan a Santa Maria di Sala (Venezia), il Seminario dell’Innovazione Tecnologica (SIT) 2016, tradizionale evento dedicato ai clienti italiani del costruttore veneto di sistemi ausiliari per la trasformazione delle materie plastiche. Protagoniste di questa sesta edizione, sono state le tecnologie più recenti non solo di Piovan, ma anche delle aziende partner dell’evento: KraussMaffei, Netstal, Gruppo Maip, Kebo, HRS Flow e Aquatech.

Alla sessione di presentazioni, che si è svolta nella mattinata di tutti e tre i giorni del seminario ed è stata dedicata al tema “Qualità del prodotto finito, efficienza operativa e riduzione dei costi: soluzioni per ottimizzare i processi ed essere sempre più competitivi”, è seguita la dimostrazione dal vivo di stampaggio su due presse a iniezione regolarmente funzionanti di Netstal e KraussMaffei. La nuova macchina completamente elettrica Elion 1750-510 di Netstal produceva in 8,5 secondi di ciclo un cilindro per penne per insulina in resina acetalica (POM), avvalendosi di uno stampo a 16 cavità fornito dalla svizzera Kebo. L’applicazione ha messo in mostra le doti della macchina e la flessibilità del sistema di controllo nello stampaggio di precisione di pezzi complessi, con tempi di ciclo veloci e bassi costi di processo. La pressa ibrida della serie CX di KraussMaffei era invece la soluzione di massima affidabilità presentata per lo stampaggio tecnico. Per il funzionamento delle due presse, è stato predisposto un sistema di deumidificazione Piovan composto da dryer a ruota della serie HR, con alimentazione gestita da ricevitori PureFlo e GR1.

Protagonisti della giornata sono stati anche i granulatori Piovan, primi prodotti storici dell’azienda ma oggi totalmente rinnovati. La pressa KraussMaffei, infatti, riutilizzava materiale riciclato grazie al nuovo granulatore della serie S17.

La refrigerazione dell’impianto e dello stampo è stata assicurata da Aquatech, la società del gruppo Piovan specializzata nella refrigerazione, che ha fornito due temorefrigeratori della serie DigitempEvo.

 

Leggi l'articolo completo pubblicato su Macplas.