GENESYS, LA DEUMIDIFICAZIONE PIOVAN AD ALTA EFFICIENZA

16/05/2017
TecnoPlast

Wide header per press review piovan

Nell’industria della plastica i trasformatori processano polimeri non igroscopici e igroscopici. Nei polimeri non igroscopici, l’umidità è superficiale; pertanto viene eliminata con normali metodi di essiccazione. Invece, con i polimeri igroscopici l’umidità penetra anche nella resina stessa, per cui è necessario utilizzare sistemi di deumidificazione in grado di generare aria secca, per mezzo di un materiale come il silicato di alluminio che trattiene le molecole d’acqua. I moderni sistemi di deumidificazione non si limitano ad abbassare notevolmente l’umidità residua, ma ne regolano in maniera esatta il contenuto in base ai livelli specifici richiesti per la trasformazione dei polimeri utilizzati in un determinato processo produttivo. Si tratta di una tecnologia che porta al massimo risparmio energetico, assicurando al contempo la costanza di funzionamento e la ripetibilità dei risultati.

Nello sviluppo della nuova gamma di deumidificatori Genesys, Piovan ha introdotto innovativi elementi di controllo del processo, che potenziano le caratteristiche di perfomance appena descritte ovvero un elevata affidabilità di funzionamento unita alla massima efficiena cura della redazione Genesys, la deumidificazione Piovan ad alta efficienza Nuova linea di sistemi di deumidificazione mono-tramoggia con tecnologia auto-adattativa per ottimizzare le condizioni operative del processo e ridurre i consumi energetici. Primo brevetto rilasciato in Europa per un sistema di deumidificazione dei polimeri ad alta efficienza DEUMIDIFICAZIONE za energetica. I nuovi Genesys garantiscono in particolare:

• costanza delle caratteristiche fisiche del polimero dopo la deumidificazione;
• regolazione automatica del sistema in base alle condizioni iniziali del polimero e a quelle richieste dal processo di trasformazione.

Sono molte le variabili del processo di deumidificazione da tenere sotto controllo:

• temperatura di deumidificazione;
• dew-point dell’aria (la quantità di umidità residua);
• portata dell’aria e proprietà dei granuli di plastica da processare;
• temperatura ambiente;
• umidità iniziale;
• quantità istantanea di materiale lavorato;
• umidità residua.

Tutti questi parametri sono stati considerati nel progetto dei Genesys, il cui sviluppo è partito dal sistema di deumidificazione per PET, lanciato da Piovan nel 2009 e che portava lo stesso nome. Con questa nuova linea invece viene ampliata l’offerta a tutti gli ambiti applicativi della plastica, quindi sia per i processi di trasformazione per iniezione e soffiaggio sia per quelli di estrusione.

Genesys è un nuovo sistema di deumidificazione mono-tramoggia, completamente automatico, operativo come unità individuale o sistema centralizzato. È in grado di adattare e di regolare automaticamente i parametri operativi in base alla temperatura ambiente, al livello di umidità iniziale, al tipo ed alla quantità di materiale plastico utilizzato, al contenuto di umidità finale del polimero e alla dimensione dei granuli. Normalmente negli impianti produttivi, l’unità di deumidificazione viene impiegata per generare aria secca che poi viene trasferita ad una o più tramogge. I polimeri introdotti nei processi di trasformazione, tuttavia, hanno proprietà specifiche differenti, essendo diversi tra loro non solo per tipologia, ma anche fra un lotto e l’altro. È necessario quindi impostare precise condizioni individuali per il trattamento ottimale della materia prima, quali - per esempio - portata dell’aria, temperatura e pressione, a seconda delle differenti variabili di processo.

 

Leggi l'articolo completo pubblicato su TecnoPlast.