PIOVAN RILANCIA I GRANULATORI

16/11/2015
Polimerica

Wide header per press review

Piovan ha presentato all’ultimo Fakuma la nuova gamma di granulatori per il riciclo di materie plastiche da sfrido industriale, disponibili nelle versioni di piccola, media e grande taglia, caratterizzate da bassa rumorosità e scelte tecniche e progettuali innovative. Tutti i modelli sono dotati di un sistema di taglio tangenziale: l’inclinazione delle lame rotanti – posizionate il più vicino possibile alla tangente geometrica dell’angolo del circolo di taglio – rispetto a quelle fisse, è stato progettato per rendere più efficiente e precisa l’operazione. Si ottengono così elevate capacità produttive utilizzando motori più piccoli, con l’ulteriore beneficio di ridurre la produzione di polvere e la generazione di calore. Queste caratteristiche - spiega l’azienda - assicurano un taglio più regolare e un macinato più omogeneo nelle dimensioni. In termini di consumi, oltre alla possibilità di ridurre la potenza dei motori a parità di lavoro, i nuovi granulatori Piovan sono dotati di sistemi di motorizzazione e controllo a risparmio energetico.

La sezione trasmissione è stata riprogettata per ottenere un effettivo risparmio nell’utilizzo continuo, 24/7: “Anche se il granulatore lavora in modo discontinuo (viene introdotto un pezzo, lo si macina, poi il picco di assorbimento scende), è sempre possibile ottimizzare i picchi per ridurre il consumo energetico - spiega l’azienda -. Per esempio, nel processo di soffiaggio, il granulatore viene utilizzato all'avviamento della linea, mentre a regime viene impiegato in modo intermittente per macinare il 20-30% della produzione. Tra una stampata e l'altra ci sono tempi morti in cui il granulatore non è operativo, anche se il motore rimane sempre acceso. Il sistema interviene in questo caso per gestire gli intervalli ed ottimizzare i consumi, con risparmi energetici garantiti che variano dal 15 al 35% a seconda del tipo di utilizzo”.

 

Clicca qui per leggere l'articolo completo pubblicato su Polimerica.